Perché molte aziende pagano la formazione 2 volte.

Dopo una chiacchierata in privato con un membro del gruppo facebook “Fondi interprofessionali per formazione” (gruppo aperto a chiunque si interessi di formazione aziendale e quindi anche ai lettori di questo blog) ho capito che dovevo spiegare più chiaramente a chi non è un tecnico del settore la questione dei fondi interprofessionali e in sostanza la ragione per cui molte aziende italiane pagano letteralmente la formazione (anche quella obbligatoria per legge) 2 volte, anche in tempi di di crisi.

Tra i vari contributi da pagare nella busta paga di un lavoratore dipendente per la gran parte dei contratti c’è da molti anni una cosa chiamata 0,30: non scendiamo qui nei particolari della legge che l’ha creata e di come l’abbia cambiata la riforma Fornero.

La cosa essenziale è che questo 0,30 può essere o lasciato all’INPS o girato a uno dei Fondi interprofessionali e a questo punto dovrebbe servire per pagare la formazione dei lavoratori che lo pagano.

telefonata

Arrivati a questo punto molti imprenditori si aspettano una chiamata da uno di questi fondi, magari per dare loro un indirizzo dove mandare la fattura della formazione fatta presso la loro azienda per il rimborso.

Aspetteranno a lungo perché nessuno contatterà mai il titolare di un’azienda in questo modo: i fondi restituistono lo 0,30 ricevuto in formazione ma con modalità diverse da fondo a fondo, modalità che potrebbero escludere anche alcune aziende iscritte.

Quindi è l’azienda che deve attrezzarsi per seguire l’ente a cui gira lo 0,30 e presentare il suo progetto formativo PRIMA di aver fatto la formazione seguendo le indicazioni del fondo stesso, che a volte cambiano di mese in mese.

In alcuni casi la modalità di restituzione dello 0,30 avviene con quello che chiamo “la lotteria” cioè dei bandi in cui alcune delle aziende che versano vincono un progetto anche di dimensioni interessanti (ma poi difficilmente avranno formazione finanziata negli anni successivi) e quelle versano ma perdono non ricevono nulla…oltre ad aver perso tempo e magari soldi per partecipare (di solito serve una corposa documentazione…e il tempo retribuito di qualche dipendente per compilarla).

Insomma per poter avvantaggiarsi dello 0,30 oltre all’azienda e al fondo deve entrare in gioco una terza figura, cioè il consulente nella gestione dei fondi che permetta all’imprenditore di aggirarsi nella complicata burocrazia dei fondi.

In A Servizi abbiamo fatto qualcosa di più: con la gestione intelligente dei fondi abbiamo creato una soluzione che permette a TUTTE le aziende che versano di poter accedere GRATIS, a distanze ragionevoli, alla formazione obbligatoria trasversale alle aziende e di poter presentare progetti più specifici per aziende o gruppi di aziende.

Per saperne di più contattatemi.

Annunci

Un pensiero su “Perché molte aziende pagano la formazione 2 volte.

  1. Pingback: Corsi di Gestione del Tempo gratis a Milano e Torino | Fondi interprofessionali e formazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...